MUD 2020 (RIF. ANNO 2019) CONFERMATA LA SCADENZA DEL 30 APRILE 2020

Il Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare comunica che il Modello di Dichiarazione Ambientale, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 dicembre 2018, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 8 alla Gazzetta ufficiale - serie generale - n. 45 del 22 febbraio 2019, è confermato e sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2020, con riferimento all’anno 2019.

Ricordiamo che il MUD è la comunicazione che enti e imprese presentano ogni anno indicando quanti e quali rifiuti hanno prodotto e/o gestito durante il corso dell’anno precedente.

E' possibile, tuttavia, inviare il MUD ritardatario, con sanzioni ridotte, entro 60 giorni, ovvero entro il 29 giugno 2020

Rimangono immutati rispetto al 2019:

- Struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni.

  • Comunicazione Rifiuti;
  • Comunicazione Veicoli fuori uso;
  • Comunicazione Imballaggi, sia Sezione Consorzi che Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio
  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

(da inviare tramite il sito www.mudtelematico.it)

  • la Comunicazione Rifiuti Urbani assimilati e raccolti in convenzione(da inviare tramite  www.mudcomuni.it)
  • la Comunicazione Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche da inviare tramite www.registroaee.it)

-  Informazioni da trasmettere.

-  Soggetti obbligati alla presentazione del MUD, che sono quelli definiti dall'articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006 ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.

I soli soggetti che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti per i quali sono tenuti a presentare la dichiarazione e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata riportata in Allegato 2 al DPCM.

La comunicazione rifiuti semplificata non può essere presentata da produttori che conferiscono i rifiuti all'estero.

Si ricorda inoltre che sono esclusi dall'obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

-  Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.

Fonte: ecocamere.it

ALTRI ARTICOLI SIMILI
28-03 2020

EMERGENZA CoVid -19 - indicazioni generali per la gestione dei rifiuti (consiglio SNPA del 18 e 23 marzo 2020).


22-03 2020

Esclusione degli sfalci e potature dalla normativa sui rifiuti, solo se riutilizzati come biomassa per produrre energia o in agricoltura.


18-03 2020

DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020 , n. 18 PROROGA SCADENZE ADEMPIMENTI AMBIENTALI