III Parte - Le principali delibere del Comitato Nazionale Albo Gestori Ambientali in applicazione del D.M.120/2014

Con questo contributo continua la disamina delle principali delibere adottate dal Comitato Nazionale Albo Nazionale Gestori Ambientali in applicazione del Regolamento n.120/2014.

In particolare con la deliberazione n.4 del 3 settembre 2014 è stata approvata la modulistica per il rinnovo dell’iscrizione all’Albo per le categorie per le quali è prevista la procedura di iscrizione ordinaria relativamente alle categorie del trasporto (1,4,5), dell’intermediazione senza detenzione dei rifiuti (cat. 8)  e della bonifica dei siti contaminati e dei beni contenenti amianto (Cat. 9 e10).

Come si evince dal contenuto della deliberazione l’interessato presenta alla Sezione regionale solo una autocertificazione con la quale attesta la permanenza dei requisiti previsti; ciò rappresenta, per le imprese, una semplificazione  ed una riduzione dei costi in quanto in passato, vigente il DM 406/98, le stesse dovevano corredare l’istanza di rinnovo con tutta la documentazione prevista in sede di iscrizione  e, per il sistema Albo, l’applicazione dei principi che devono governare qualsiasi attività amministrativa spostando tale onere dal cittadino/utente/impresa alla stessa pubblica amministrazione che procederà d’ufficio, assumendosene l’onere, all’ acquisizione  delle certificazioni, iscrizioni o tutto quanto risulti già in possesso di altre amministrazioni pubbliche; a titolo esemplificativo e non esaustivo l’acquisizione dell’iscrizione al Ren., all’albo degli autotrasportatori di merci per conto di terzi, la regolarità contributiva, il possesso dei requisiti morali.

Altra novità in ordine alle istanze di rinnovo è che i tempi dell’iter procedimentale sono ridotti della metà ovvero passano da sessanta giorni a trenta per la verifica dei requisiti e, ove previste, i tempi di presentazione delle garanzie finanziarie, passano da novanta a quarantacinque giorni; sul punto va precisato però che tale beneficio del dimezzamento dei termini procedimentali sussiste sempre che l’impresa, in applicazione di quanto dispone il nuovo regolamento, adempia all’obbligo di presentare l’istanza di rinnovo entro i cinque mesi che precedono la scadenza del proprio provvedimento autorizzatorio. 

 

A cura del Dr. Gianpietro Luciano già Segretario della Sezione Regionale del Lazio- Albo Nazionale Gestori Ambientali-         

ALTRI ARTICOLI SIMILI
30-12 2017

Trasporto intermodale dei rifiuti: indicazioni operative nel parere Prot.1235/Albo del 4/12/2017


27-11 2017

obbligo isCRIZIONE all'albo per trasporti occasionali, sentenza N.44438 27/09/17 corte cassazione


21-10 2017

 

20/10/2017: APERTE LE ISCRIZIONI PER VERIFICHE DI IDONEITa' DEL RESPONSABILE TECNICO